Dimensione testo : A A A

Cerca nel sito:

  
Home » Arte e Monumenti
Gli Oratori

Santuario di N.S. Delle Grazie
Meta per secoli di pellegrinaggi, si presenta oggi, nell'assommarsi di strutture cinque, sei, settecentesche, su quello che fu il quattrocentesco nucleo originale. All' origine dell'attuale complesso edificio vi era un'edicola, attorno alla quale, in seguito al passaggio di San Bernardino da Siena in pellegrinaggio apostolico, fu costruito, intorno al 1450, l'oratorio di San Bernardino, nome che si aggiunse a quello più antico di Santa Maria delle Grazie.

Comune di gavi Santuario di N.S. Delle Grazie


Con il tempo sorse un ospizio per i pellegrini che poi diventò convento, nel XVIII secolo si ebbero i lavori di ampliamento e le trasformazioni più imponenti che fecero assumere al Santuario la struttura attuale.

chiostro Comune di gavi

In quel tempo si edificò la nuova chiesa a tre navate all'interno della quale sono custoditi il dipinto della 'Vergine con il Bambino' (sec. XV), la statua di 'San Bernardino' (sec. XV), il gruppo ligneo rappresentante l' 'Estasi di San Francesco' e la statua marmorea di 'San Bovo' del 1702.

Interessanti sono la bella sacrestia arredata con mobili del primo settecento ed il chiostro, con le logge al primo piano, costruito nel XVIII secolo, perfettamente quadrato, scandito da arcate a tutto sesto sostenute da massicce colonne in pietra. Nella storia il convento venne custodito dagli Agostiniani (1591-1597), quindi dai Carmelitani (1597-1599) ed infine, con atto del 3 Febbraio 1599, fu consegnato dall'arciprete di Gavi ai Frati Minori Osservanti, Francescani ai quali rimane ancora oggi affidato.

La festa del Santuario si celebra l' 8 settembre giorno di N.S. delle Grazie.

Santuario di N.S. Della Guardia
Il Santuario di N.S. della Guardia, fu eretto, in meno di quattro mesi nel 1861, grazie al lavoro della popolazione di Gavi e delle popolazioni dei paesi circostanti, sorge sull'ameno colle dei Turchini, in vista di Gavi, ed è un magnifico tempio a croce greca, di forme svelte ed eleganti. Ha il pavimento in marmo pregiato rosso di Levanto, vi sono tre altari: uno dedicato al Sacro Cuore di Gesù, l'altro allo Sposalizio di Maria Vergine, il maggiore, sormontato da splendida nicchia , accoglie la statua in legno della Celeste Guardiana.

Comune di gavi Santuario di N.S. Della Guardia


La bella statua di N.S. della Guardia ha una storia che risale al 1746, quando, sotto il tiro degli ordigni da fuoco dell'esercito Austro-Sardo, molte case andavano in fiamme ed un certo Giacomo Bertelli fece voto alla Madonna che avrebbe fatto una cappella ed una statua in onore di N.S. della Guardia se avesse avuta salva la casa.
Così è stato, cessata la guerra, fu costruita una cappella sul monte di Forneto e vi fu collocata la statua che tutt' ora si venera. Altro avvenimento che segnò la storia del Santuario avvenne nel 1817, quando una lunga siccitò desolava le campagne apportando seri timori di carestia e di fame; i buoni gaviesi allora portarono in processione la statua della Madonna della Guardia sul monte dove era stata venerata la prima volta invocandone l'intervento che puntualmente l'indomani accadde: piovve così tanto da soddisfare tutti i bisogni. Fu in mezzo a tale entusiasmo che il sacerdote Tommaso Bertelli scelse il colle dei Turchini per erigervi il Santuario. La costruzione iniziò il 20 maggio 1847 ma fu presto sospesa a causa delle vicende politiche di quegli anni; nel 1853 in condizioni precarie ed a stento fu eretto un altare e celebrata la prima messa, il santuario rimaneva però un pio desiderio che poté concretizzarsi solo nel 1861 grazie all'intervento del gesuita padre Luigi Persoglio che riuscì a mettere a frutto la volontà e la generosa disponibilità della popolazione di costruire il tempio.
Il Santuario è amministrato, dal 1941, dai Padri della Congregazione dei Figli di Maria. La festa del Santuario si celebra il 29 agosto giorno di N.S. della Guardia.